Napoli 2014: SHG e RitmiShow

Presenze. Abbiamo accolto 3.967 visitatori paganti. Le concomitanze (partita e domenica delle Palme) non hanno giocato a favore domenica, ma il risultato è superiore alle previsioni di Mostra d'Oltremare per la prima edizione di una manifestazione di nicchia.

Affari. Gli espositori hanno registrato buone vendite e contatti interessanti, confermando l'importanza di puntare alla qualità del pubblico, anziché alla quantità indiscriminata.

Convegno. Straordinario successo di "La musica è un bene comune". Edoardo Bennato, Fausto Mesolella e David Zard hanno dato vita a un magnifico happening, cui hanno fatto contorno le chiose del presidente Andrea Rea e i preziosi interventi di Claudio Formisano, Antonella Liccardo, Mauro Mormile e Federico Vacalebre. Il convegno è stato seguito in streaming da oltre 2mila spettatori e sta per essere messo a disposizione su ACCORDO.IT per la visione in differita. La ricca rassegna stampa testimonia il successo.

Palchi e volumi. Oltre al grande Bennato, si sono esibiti tanti nomi prestigiosi. Il palco 1 è stato perfetto, nonostante l'acustica difficile della sala. I palchi 2 e 3 sono stati penalizzati dalla defezione all'ultimo momento di due importanti espositori, che ha imposto pesanti modifiche alla disposizione delle sale di RitmiShow. La conseguenza è stata una pressione sonora troppo alta. A nulla sono valsi i tentativi di convincere gli espositori a rispettare dei turni o a contenere i volumi. Per il futuro confermeremo la soluzione di Milano: locali separati per ciascun espositore.

Futuro. Mostra d'Oltremare è un partner perfetto. Lo staff è efficiente, cortese, attento, professionale. I locali sono magnifici e l'hotel accogliente. Questo evento può diventare un valore per il sistema musica non solo del Sud. E' però necessaria una partecipazione più ampia delle aziende, per garantire le risorse necessarie a un più efficace sforzo promozionale e organizzativo. Non siamo eroi (come ci definisce Edoardo Bennato), quindi verificheremo in autunno l'interesse concreto del settore a confermare l'iniziativa.

Chiudiamo con un grazie. Non di circostanza, ma veramente sentito, a tutti gli espositori che hanno dato il loro contributo proponendo strumenti di pregio, partecipando attivamente, fornendo risorse, competenze, attrezzature ed entusiasmo. E un grande grazie a Napoli per l'accoglienza impagabile. Faremo di tutto per riprovarci l'anno venturo: più forte, di più e meglio.

Intanto arrivederci a novembre per l'edizione milanese all'Hotel Quark, su cui stiamo già lavorando attivamente.

Lo staff di Accordoshow